Nicolò Barreca * I hate photography

Intervista

Intervista per Fashion News Magazine dopo i miei scatti in occasione de 'La Norma' di Giuseppe Verdi al teatro greco di Siracusa, diretta dall'amico e Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli.

- clicca sull'immagine per leggere l'intera intevista

qui la Galleria delle Immagini

Discover Borgata

(ITA/ENG) _click here and follow the project on Facebook!

‘DISCOVER BORGATA’ è un progetto fotografico, personale ed autonomo, che tende a valorizzare e a far riscoprire anche ai siracusani il quartiere storico della Borgata Santa Lucia; a questo seguiranno altre iniziative personali specifiche. Il quartiere ha una storia antica, gli scavi di emergenza hanno fatto affiorare resti di case, strade e reperti di epoca greca e romana. La massima espansione del quartiere si ha in epoca moderna e la denominazione acquisita deriva appunto dalle case allora abitate dalla borghesia emergente. A tutt’oggi il quartiere si presenta su ‘pianta romana’ a scacchiera. Il quartiere è ricco di viottoli, cortili, tabernacoli, mascheroni, antiche botteghe e artigiani che vale la pena conoscere… Io, siracusano da sempre ma di recente ‘ospite’ in questa parte della città, mi sono reso conto che di bellezze ce ne sono anche qui, non solo in Ortigia…bellezze che talvolta corrispondono al degrado e all’abbandono… Controverso e per certi versi controsenso, ‘a Buggata’ si presenta come un piccolo melting pot: accogliente e chiassoso, positivo e negativo, vigile e omertoso…insomma un posto non solo da vedere ma anche da vivere! Per tutto questo ho deciso di dedicare un progetto fotografico, interamente su pellicola bianco e nero, relativo al mio quotidiano in questo rione e poter condividere universalmente il fascino del quartiere. Per suggerimenti, interesse nell’essere fotografati o semplicemente per offrirmi un caffè, potete contattarmi al seguente indirizzo: nico_barri@yahoo.it

 Dott.Barreca Nicolò   

________________________________________________________________________

'DB’ is a photographic project, indipendent and personal, it tends to enhance and to rediscover the historic district of Borgata Saint Lucia; this will follow other initiatives. The district has a long history, the ‘emergency archeological excavations’ of has emerged from the ruins of houses, streets and remains of Greek and Roman times. The greatest expansion of the district has in modern times and the name derives from the houses acquired then inhabited by the emerging middle class. To date, the neighborhood is on 'Roman plan' checkerboard. The neighborhood is full of paths, patios, tabernacles, masks, antique shops and artisans worth knowing. I’m recently 'guest' in this part of town, I realized that beauty there are also here, not only in Ortigia ... beauty that sometimes correspond to the degradation and abandonment. Controversial and somewhat counterintuitive, 'a Buggata' looks like a small melting pot: welcoming and boisterous, positive and negative, alert and conspiratorial ... in short, a place not only to see but also to live! For all of this I have decided to dedicate a photo project, entirely on black and white film, about my daily life in this district and for share widely the charm of the area. For tips, interest in being photographed or simply to offer me a coffee, you can contact me at the following address: nico_barri@yahoo.it

 Dr.Barreca Nicolo’

Ferrania is Back

FILM Ferrania is restarting production for analog film in both still photo and motion picture formats.

FILM Ferrania was officially formed in Ferrania, Italy on July 23, 2013 by co-founders Nicola Baldini and Marco Pagni with the aim to build a new factory from the leftover parts of the old one, originally founded in 1923. Through massive cooperation with the local government, FILM Ferrania currently has a facility, most of the necessary machinery and even a large stock of chemistry. With all of this, we still have an enormous task ahead of us. We aim for nothing less than fundamentally changing the way you buy, use and process film today. Most importantly, we aim to restore confidence in the future of analog film. Our philosophy is simple: We are people who love film, you are people who love film, and people have the power. So let's do this!

I am on the wall founders...

http://www.filmferrania.it/

http://www.filmferrania.it/founders-wall

| Dark Room |

I found this photographic plate ... by photographer and printer I decided to buy it to restore life to that place photographed more than 120 years ago ... the slab has been dated to around 1880/1900

MODEL SHARING

MODEL SHARING GLAMOUR | PIN UP | NUDO ARTISTICO

♥ SKIN & TATTOO ♥ 

 Siracusa | Domenica 26 Ottobre c/o casa storica 

Dalle 15.30 alle 19.30 

 2 Fantastiche Modelle Professioniste

 Lia Ferri & RoSmery 

 LA SESSIONE E’ RIVOLTA A FOTOAMATORI E PROFESSIONISTI LE MODELLE RILASCERANNO LIBERATORIA AD USO NON COMMERCIALE 

LOW BUDGET!

(Massimo 8/10 partecipanti) 

 A DISPOSIZIONE PER I PARTECIPANTI INTERESSATI: 

2 REFLEX CANON ANALOGICHE 35mm (EOS 50e - EOS 3000n) 

1 HASSELBLAD 500cm 6X6 medio formato 

3 POLAROID 600 INSTANT CAMERA 

*PELLICOLE NON INCLUSE! 

per Informazioni: 

Nicolò Barreca: nico_barri@yahoo.it

Giulia Micalizio: giuliamicalizio@yahoo.it

IN STUDIO: -  Fondali 6x3 B/N -  Flash/softbox -  Luce continua -  LAMBRETTA (scooter d’epoca) -  Camera da letto - Abiti e accessori -  truccatrice 

 model's site:

Lia Red http://liared.com/ https://suicidegirls.com/members/liared/ 

 RoSmery https://www.facebook.com/rosmerymodel

...we have no budget for photos

Spesso ricevo proposte di lavoro da parte di gente che “non ha soldi” per pagare le mie foto. Riviste, giornali, organizzazioni, aziende affermate o appena avviate: tutti pensano che la fotografia non costi niente, o peggio che mi stiano facendo un favore ad offrirmi di pubblicare il mio lavoro offrendo come compenso di aggiungere il mio nome qui o là. Ho smesso di rispondere a queste richieste personalmente e linko semplicemente al seguente testo. Allora, mettiamo le cose in chiaro. “Non abbiamo un budget per le fotografie” significa in realtà: “Pensiamo che i fotografi siano dei coglioni”. Questa interpretazione potrà forse sembrarvi offensiva, ma possiamo facilmente verificarla con un esperimento: provate ad entrare in un ristorante della vostra città dicendo garbatamente “vorrei mangiare qui, ma non ho previsto un budget per pagarvi”. Aggiungere che in cambio farete pubblicità presso tutti i vostri amici non impedirà al proprietario di sbattervi cortesemente fuori a calci. Ora, immaginate di essere voi stessi i proprietari di un ristorante dove la maggior parte degli avventori provano a cenare gratis con questa tecnica. La risposta è NO, volendo essere esageratamente gentili. E se in realtà “non abbiamo un budget” era solo una strategia per tastare il terreno, la risposta è sempre e comunque NO. Non voglio avere niente a che fare con degli avidi opportunisti che vorrebbero imbastire una relazione professionale mentendo sin dall’inizio. Avete già dimostrato di non meritare fiducia, dunque mi date anche ragione di pensare che non sarete onesti sullo sfruttamento delle immagini e che comunque farete di tutto per non pagare un euro. Se invece siete di quelli che promettono un sacco di lavoro meglio pagato più avanti se io accetto di aiutarvi a costo zero adesso, ottimo, ci sto, offritemi un contratto. Altrimenti per quanto mi riguarda le vostre sono tutte stronzate e la risposta è NO. Anche perché, vedete, non me ne frega niente di “farmi conoscere” regalandovi il mio lavoro. Quello che voglio è invece un rapporto professionale di mutua collaborazione e beneficio. Da parte mia cerco di offrire la massima onestà ed integrità professionale e mi aspetto che i miei clienti facciano lo stesso con me. “Farsi conoscere” è la naturale conseguenza di un lavoro ben fatto, non un mezzo per ottenere qualcosa e lo stesso vale per il mio nome pubblicato insieme al mio lavoro: è una prassi, nonché indice di correttezza. Al contrario, di guadagnarmi applausi lavorando come un dilettante non me ne frega niente. Se avere un prodotto gratis è più importante di avere un prodotto di qualità, chiedete pure a qualcun altro. Come la maggior parte delle persone, anch’io lavoro per pagarmi le bollette e mandare avanti la mia professione. Il fatto che io ami quello che faccio è semplicemente la ragione per cui sono anni che mi impegno al massimo nonostante le difficoltà: se pensate di avere il diritto di mancare di rispetto alla mia professionalità in virtù di questo, vi sbagliate di grosso.

my old cameras...

...negli anni mi sono trovato a collezionare macchine fotografiche di ogni genere, purché funzionanti...

Certe persone criticano i 'fotografi collezionisti' , pensano che si dedichi più tempo (e denaro) per collezionare (e nel ricercare un altro modello) piuttosto che per creare immagini...non so se mi spiego...beh, io penso che per forza di cose un amante della fotografia "di un tempo" si trovi a collezionare vecchie fotocamere, specialmente se trova ottimi affari ai mercatini vintage, che male c'è...ognuno con le sue passioni...

...dicevo

non colleziono fotocamere guaste e spesso mi capita di avere tra le mani pietre miliari della fotografia, grazie anche ad amici fotografi che mi fanno testare i loro vecchi apparecchi....

di seguito vedrete delle immagini relative a fotocamere della mia collezione in ordine casuale.

Agfa Jsolette V - 1950, Filmformat 6x6 cm

Kodak No 2 Folding Autographic Brownie - 1915, Filmformat 6x9 cm

Seagull 4A - 1968, Filmformat 6x6 cm

Hasselblad 500C/M 50th Anniversary - 1991, Filmformat 6x6 cm

Canon Canonet 28 - 1971, Fimlformat 24x36 mm

Polaroid SPIRIT 600 CL - 1985, PX600

Polaroid 600 - 1998, PX600

Canon EOS 50e - 1995, Filmformat 24x36 mm